COME RISVEGLIO L’ESTRO? CON LO STRESS

Nel mio lavoro non è sempre facile avere l’ispirazione, spesso si è pieni di idee ma poi metterle in pratica è tutta un’altra cosa.

Allora comincio a guardarmi intorno, navigando su internet, mentre vado a prendere a scuola mia figlia, quando sono in macchina o guardando film e serie su Netflix (non potrei più farne a meno).

Niente, il nulla nessun lampo di genio, nessuna molla che scatta o lampadina che si accende, così mi assale il panico.

Vedo le mie colleghe e penso a come diamine facciano ad essere sempre così sul pezzo, sempre così calme e piene di idee (confessa, anche te a volte ti strappi i capelli vero????)

Così smetto di fare tutto, non vado sui social, non cucio nulla insomma mi “spengo”

Ecco che arriva il tanto famigerato periodo di stress che può durare ore, giorni, settimane…e poi tac si risveglia l’estro.

Ebbene si, sono tutta al contrario, invece di essere ispirata nei momenti di calma e tranquillità lo stress e l’ansia mi aiutano nella ripresa.

E’ successo proprio così quando dovevo partecipare al casting di cucito a Jesolo.

Mancavano due settimane al casting ed io non sapevo cosa creare, il tema era “come riciclare un paio di jeans” ma lo scoglio più grande? Che doveva essere inerente all’abbigliamento.

Io non sono sarta e non sapevo nemmeno da che parte cominciare, così il mio amico stress e la mia amica ansia sono arrivati ad aiutarmi.

In quel preciso momento mi si accende la lampadina ed è così che mi organizzo di solito:

  • Scrivo tutto subito di getto, senza pensare alla forma e agli errori di ortografia e mentre scrivo continuano a venire fuori idee (parleremo un altro giorno anche della mania sfrenata di avere quaderni di ogni tipo).

  • Controllo canali come Pinterest, se la mia idea è già stata realizzata (ovviamente si, nessuno inventa nulla) così trovo il modo di modificarla e farla mia.

  • Mi rimetto a scrivere e a progettare il tale modello, come renderlo consono al mio stile (esempio nelle mie Flowers bag, creandole in stile patchwork dandole quel tocco country)

  • Preparo tutto quello che concerne il marketing, quindi post sui social e il blog.

  • Lancio il prodotto sui miei canali social.

Ecco come risveglio l’estro io, andando totalmente fuori di testa, perché è in  quel momento che le idee arrivano e nascono i miei lavori.

Ovviamente non ti consiglio di fare come me e farti venire l’ansia, ognuno di noi ha il suo modo; moltissime creative fanno lunghe passeggiate nei boschi (pare aiuti molto), altre trovano ispirazione dai libri, durante visite ai musei e moltissime durante le vacanze, in totale relax, hanno il colpo di genio.

Questo è quello che mi succede dietro le quinte, perché te lo racconto?

Perché se sei come me almeno sai di non essere la sola a farti venire la gastrite per avere l’ispirazione, non è consolante ne terapeutico ma ho appurato che lo stress non sempre è negativo, infatti in un altro periodo di ansia emotiva ho tirato fuori la Memory quilt

Tu invece come trovi l’estro? Ti va di raccontarmelo con un commento?

You may also like

2 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *