POSSIAMO DAVVERO MIGLIORARE?

La pandemia ha messo scompiglio nella vita di tantissime persone, nel bene e nel male ci siamo ritrovati tutti a pensare cosa sarebbe successo dopo soprattutto in che modo saremo cambiati.

Nelle nostre frenetiche vite ci dimentichiamo spessissimo di quali siano davvero le cose che contano per noi.

Per alcuni sono la famiglia e gli affetti, per altri il lavoro e la carriera, quasi mai pensiamo ai nostri valori e a quanto siamo coerenti con quello che diciamo e poi invece facciamo.

Ecco che ti ritrovi poi costretta a casa, privata della tua libertà di azione, del tuo lavoro e dei tuoi affetti e di conseguenza a dover per forza pensare.

Chi ha usato il tempo facendo la qualunque pur di tenere la testa occupata, chi invece ha rallentato assaporando il momento di poter fare quello che prima non riusciva a portare a termine, moltissimi invece hanno continuato a svolgere il loro lavoro (medici, infermieri, cassieri dei supermercati, i portuali, ecc…) andando avanti nonostante l’ansia di potersi ammalare.

Una sola cosa accomunava però ognuno di noi insieme alla frase che ci ha accompagnato durante il lockdown “ andrà tutto bene”, era la paura del “domani”.

Quante domande ondeggiavano nelle nostre teste:

• Riuscirò a tornare a lavorare?

• Arriverò a fine mese?

• Sopravviveremo o ci ammaleremo anche noi?

• Quando finirà?

• To be continued…

Sicuramente tantissimi altri pensieri ci attanagliavano la mente, soprattutto a livello economico e sociale, ma quanti invece hanno pensato “siamo noi la causa di tutto questo!”

Credo che la natura a suo modo si stia ribellando, ci stia dicendo che stiamo esagerando e che il nostro comportamento causerà disastri sempre più grandi.

Le foreste non vanno a fuoco da sole, gli animali non si estinguono per loro volere e noi ci stiamo ammalando sempre di più. Questo è il mondo che lasceremo alle future generazioni.

Ho riflettuto moltissimo nel periodo di quarantena forzata e la frase che ripetevo ogni giorno non era “andrà tutto bene” ma “meritiamo l’estinzione” perchè quello che stiamo facendo al nostro pianeta ci si sta ritorcendo contro e se non cambiamo atteggiamento sarà sempre peggio perchè l’essere umano purtroppo dimentica in fretta.

Io invece voglio ricordare e ho deciso di migliorare non solo la mia esistenza ma anche quella degli altri.

Non voglio più essere responsabile di quello che succede al nostro pianeta o agli animali che tutti dicono di amare ma poi davanti ad una bistecca non capiscono più nulla.

Voglio essere una persona migliore dando il buon esempio a mia figlia e non semplicemente dicendole cosa è giusto e cosa no e vorrei davvero riuscire a farlo capire a chi mi circonda perchè la vita su questa terra è meravigliosa se davvero rispettiamo la legge della natura e non voglio più dire che “ meritiamo l’estinzione”.

You may also like

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *